Author: mm

#grafieurbane a Villapiana (CS) per Digital Doors Festival 2017

Dal 17 al 19 agosto 2017 il centro storico di Villapiana ospiterà la seconda edizione di Digital Doors, un festival che offre una porta di ingresso a tutti coloro che intendono avvicinarsi al mondo dell’arte e delle tecniche digitali. Artisti provenienti da tutta Italia si incontrano per confrontare linguaggi e sperimentazioni, contaminandosi alla ricerca di nuove forme espressive, riflettendo sull’incontro/scontro fra l’universo digitale e quello legato alle arti e tecniche cosiddette analogiche. Digital Doors ospiterà dunque mostre, workshop, talk, concerti e dj set offrendo un ventaglio stilistico molto ampio: dal design al fumetto, dal disegno all’illustrazione digitale, dal graphic design all’arte crossmediale, dagli interventi di reportage sociale a quelli di reportage a disegno, dalla musica elettronica “suonata” e d’autore a quella suonata “solo” coi dischi (… leggi tutto qui)

I miei prossimi corsi all’Università Popolare di Roma

Pronti con taccuino, penne e inchiostri? I nuovi corsi che terrò all’Upter stanno per iniziare: l’appuntamento è per sabato 22 aprile alle 13 in aula, a Palazzo Englefield, nella storica sede centrale non distante da piazza Venezia. Poi dal 6 maggio, ogni sabato (dalle 10 alle 17), con lezioni in aula e sketchcrawl itineranti in vari luoghi di Roma. Affrettatevi, sono rimasti solo alcuni posti!!!

Reportage dall’Aquila

L’Aquila, 6 aprile 2009, ore 3:32: terremoto. 309 vittime, 1500 feriti, danni per oltre 10 miliardi e più di 60 mila sfollati. Oggi, a distanza di più di sette anni, sono tante le gru e i lavori in corso che testimoniano della ricostruzione degli edifici. Restano però le ferite di cui si parla meno: quelle che hanno coinvolto il tessuto sociale, quelle che in poche ore hanno sconvolto per sempre la vita quotidiana, famigliare e culturale di un’intera città… #LAquila, a #reportage about the #reconstruction more than 7 years after the devastating #earthquake. #drawingonlocation #reportageillustration #sketch#sketchbook #reportagedrawing #italy #italia

Auguri dall’IIC Madrid con un mio disegno!

Che onore! L’Istituto Italiano di Cultura di Madrid ha scelto uno dei miei disegni realizzati durante la residenza d’artista lì come cartolina di auguri. Ringrazio la super direttora Laura Pugno e tutto il suo staff e ne approfitto anche io per augurare a tutti Buone Feste e un 2017 pieno di colori e di magie! Appuntamento all’anno nuovo, dunque, con tante novità…

Il privilegio di disegnare sulla Nuvola

Una grande opera dell’ingegno umano, da poco inaugurata a Roma, all’EUR, e che segna uno spartiacque, un prima e un dopo per la tecnica ingegneristica: è la #NuvoladiFuksas, realizzata da #Condotte e dai tantissimi architetti ed ingegneri, giovani e meno giovani, che vi hanno lavorato in questi anni. Che emozione averla potuta visitare in anteprima e… disegnare dal vero. AMO il mio lavoro di #reporter!) #drawingonlocation #reportageillustrato #Roma #Eur

MUP/Mappe Urbane Personali: dalle foto ai reportages disegnati

I reportages illustrati di Mappe Urbane sono stati realizzati sul posto, “on location” quindi, attraverso il disegno su un taccuino con penna, inchiostro ed eventualmente acquerello. #mup ovvero Mappe Urbane Personali (leggi tutto qui) è il progetto artistico a lungo termine di reportages illustrati che ho ideato nel 2003, lanciato nel 2005 a New York, e poi ampliato negli anni in altri contesti urbani come Londra, Tokyo, Roma, ecc.   Le zone urbane indagate sono state oggetto di gentrification e cambiamenti strutturali, sociali e culturali: aree ex-industriali riconvertite in nuovi #fashiondistricts, ferrovie-treni-stazioni dismesse, vecchie botteghe artigiane in via di trasformazione, cambiamenti negli skyline che hanno creato una inedita serie di #grafieurbane… sono alcune delle tematiche di urban sketching che ho sviluppato in questi ultimi anni proprio a partire dal progetto di documentazione visiva delle #mup. Il disegno a china, il tratto a mano, l’illustrazione e il reportage visivo, sono diventati ormai la mia modalità preferita di espressione per raccontare, documentare, indagare la realtà e i suoi cambiamenti.